cosmopolitan-cocktail-IBA-Coqtail-Milano

Rosato e servito in coppa: ecco la ricetta del Cosmopolitan

Il Cosmo o Cosmopolitan è un drink di origine americana. Armatevi di vodka e succo di mirtilli: vi diamo una ricetta da sfoggiare tra un aperitivo e l’altro.

Cosmopolitan cocktail

Non dovrebbe aver bisogno di presentazioni –infatti il nostro intento è di rivelarvi quel che ancora non conoscete del Cosmopolitan.

Augurandogli, per altro, una lunga, lunghissima vita tanto al bancone quanto tra le vostre mani.

Se avrete fretta di degustarne uno, potete anche chiamarlo Cosmo. Ma per adesso mettetevi a sedere e concentratevi, perché sulla sua storia ne abbiamo un po’ da raccontare.

Un classico contemporaneo della mixology

Il Cosmopolitan è ufficialmente un cocktail IBA dal 2004 -è un Contemporary Classic– e appartiene alla categoria dei Cape Codder: si tratta di drink piuttosto dissetanti data la presenza di un elemento fruttato.

A essere più precisi, il caro Cosmo è un drink di classe, dal sorso fresco grazie al filler: si tratta solitamente di una bella dose di soda o di un’altra bevanda gassata.

Dove nasce il Cosmopolitan

Comunque, il Cosmopolitan nasce tra gli anni Settanta e Ottanta, appena dopo che venne introdotto il drink Cape Codder nel 1968. I presunti inventori del drink risultano essere ben cinque.

Prendete nota, ve li presentiamo.

Il primo sarebbe Neal Murray di una steak house di Minneapolis, che modificò la ricetta del Kamikaze cocktail. Il secondo pare essere il barman di un locale a Provincetown, John Caine.

Sono in tanti invece a fare il tifo per la barlady Cheryl Cook, a South Beach, la quale ricevette dal suo distributore una bottiglia di vodka citron. Affascinata dal bicchere a coppetta –prerogativa del Martini- volle creare un drink che potesse prestarsi anche al palato femminile, visto che il Martini per le donne era davvero troppo forte.

Dunque unì alla vodka il cranberry, il triple sec e una goccia di cordiale e lo servì ad una cliente. In tempo zero, tutti nel locale stavano sorseggiando un Cosmopolitan…il cui nome si ispirerebbe proprio al magazine omonimo.

E a New York?

Un altro bartender di Tribeca, Toby Cecchini, sostiene di aver inventato il drink ispirandosi a un cocktail preparato dalla sua collega in un locale a San Francisco: lei utilizzava vodka, lui vodka al limone.

L’ultimo bartender a prendersi i meriti per l’invenzione del Cosmopolitan sarebbe invece Dale DeGroff di New York City, il quale avrebbe introdotto addirittura il garnish con la scorza d’arancia.

Ma passiamo ai fatti

Avete uno shaker in casa? Ebbene, vi servirà.

Stiamo per darvi la ricetta di un drink pazzesco da poter bere anytime –ossia quando volete e come volete. Noi vi suggeriamo il salotto di casa o, visto che siamo in primavera, il vostro terrazzo.

Ecco la ricetta del Cosmopolitan!

Ingredienti

  • 40 ml di vodka citron
  • 15 ml di cointreau
  • 15 ml di succo di lime
  • 30 ml di succo ai mirtilli

Preparazione

Il Cosmopolitan appartiene alla categoria dei drink shakerati. Prepararlo è piuttosto semplice, bisogna soltanto avere un po’ di forza nelle braccia per shakerare con vigore.

Nel vostro shaker basterà introdurre cubetti di ghiaccio, la vodka, il cointreau, il succo di lime e quello di mirtillo. Agitate qualche secondo e versate la miscela direttamente in coppetta filtrandola con uno strainer.

Garnish

Decorare con un ricciolo di arancia o di limone, a seconda dei gusti.

Curiosità

Prima di lasciarvi al vostro drink: il Cosmopolitan è diventato famoso nel 1996 grazie a Madonna che venne fotografata in un famoso ristorante newyorkese proprio mentre sorseggiava questo celebre cocktail in coppetta.