I dieci cocktail più bevuti al mondo (prima del Coronavirus)

dieci-cocktail-più-bevuti-al-mondo-Coqtail-Milano

La classifica pubblicata su Drinks International svela i drink preferiti dai consumatori prima dell’emergenza Covid-19

Sfortunatamente, Covid-19 non è il nome di un drink ma riassume un momento nuovo. Nel quale, tuttavia, non affondiamo nel bicchiere.

Abbiamo anzi fatto delle pareti di casa l’orlo di quello stesso bicchiere: la crusta ha il sapore dei giorni che passano e ogni singolo granello (a proposito, la vostra crusta com’è, di zucchero o di sale?) ci concede un gusto migliore.

Il mondo della mixology ha cambiato il suo moto rotatorio: certo le shakerate son rimaste le stesse ma a farle siamo stati proprio noi. Bartender perfettamente addomesticati. Prima del Coronavirus, comunque, il consumo dei cocktail era davvero di un certo livello.

Che cosa si beveva di più prima del Covid-19

Abbiamo consultato il report di Drinks International –specializzato nella diffusione di news sui mixology trend tra i buyer del settore. Si tratta di un portale al 100% autorevole, rivolto ad un target esperto, che analizza e descrive tutte le novità e i cambiamenti a cui è esposto il segmento di mercato del beverage.

Cosa abbiamo scoperto? I dieci cocktail più bevuti al mondo prima del Coronavirus. Siete curiosissimi, anche noi lo eravamo. E, nella classifica, ci abbiamo trovato anche alcuni dei nostri drink preferiti. Sarà così anche per voi?

Ecco i dieci cocktail più bevuti prima dell’arrivo del Covid-19

dieci-cocktail-classici-più-bevuti-al-mondo-Martini-Coqtail-Milano

Per non farvi stare sulle spine, il nostro elenco vi svela innanzitutto il più richiesto, per poi arrivare all’ultimo.

1. Old Fashioned

Al primo posto, il richiestissimo Old Fashioned. Gusto forte e sour, il drink a base di bourbon whiskey, zucchero e bitter è in cima alla classifica. Parliamo di un cocktail IBA che ben il 35% dei bar –spiega Drinks International- ha venduto proprio come best seller. L’Old Fashioned è un drink senza dubbio elegante, servito nel bicchiere omonimo e favorito soprattutto dai palati maschili.

2. Negroni

Lo abbiamo festeggiando tantissimo. L’anno scorso il Negroni ha festeggiato i suoi 100 anni. Il Conte che gli diede i natali a Firenze sarebbe felicissimo di sapere che il suo drink è stato il secondo più bevuto al mondo prima dell’emergenza sanitaria. Gusto asciutto, amaro e rosso data la presenza del vermouth, del Campari e del gin –tutti, chiaramente, in parti uguali.

3. Daiquiri

Il Daiquiri si guadagna il terzo posto –e, per giunta, il primo posto tra tutti i drink con base rum. Il freschissimo Daiquiri è stato il rum cocktail più richiesto nei migliori bar del mondo. Ricordiamo che, oltre al rum, il drink si prepara con sciroppo di zucchero e succo di lime. Il Daiquiri nasce al bar La Floridita ad Havana, dov’è apprezzato soprattutto in veste frozen. Ma prima dei Coronavirus, la versione più gettonata è stata quella classica.

4. Martini Dry

I gin lover iniziano a guadagnare terreno: al quarto posto, tra i dieci cocktail più bevuti al mondo prima di febbraio 2020, c’è anche il Martini Dry. E’ uno dei drink da aperitivo famosi in tutto il mondo, dunque non c’erano dubbi che figurasse nella classifica. Gin, vermouth dry, scorza di limone, ghiaccio e l’immancabile oliva verde.

5. Whiskey Sour

Il Whiskey Sour nella classifica dell’anno scorso si piazzava al terzo posto. Quest’anno, i cocktail bar del sondaggio svolto da Drinks International per identificare i 10 drink più bevuti al mondo prima del Covid-19, rivelano che la domanda di questo cocktail a base di whiskey, succo di limone e zucchero (con albume d’uovo opzionale) si è ridotta. Adesso il Whiskey Sour è al quinto posto.

6. Espresso Martini

dieci-cocktail-più-bevuti-al-mondo-Espresso-Martini-Coqtail-Milano
Credits Dry Milano

Il 40% dei bar sostiene che l’Espresso Martini appartenesse ai dieci drink più richiesti dai propri clienti. Una combo vincente quella tra vodka e caffè espresso –al punto che il drink è al sesto posto della nostra classifica. Parliamo di un cocktail modernissimo, appartenente alla categoria IBA dal 2011. La ricetta prevede l’aggiunta di liquore al caffè.

7. Margarita

Il Margarita è al settimo posto della classifica. Il drink a base di tequila è richiesto dal 10% dei bar che hanno partecipato al sondaggio. Ad ogni modo, farlo a casa è facilissimo: magari lo farete recuperare con Triple Sec e succo di lime. Senza contare che potrete esercitarvi con la preparazione dell’iconica crusta.

8. Manhattan

Prima il Manhattan era preparato utilizzando solo rye whiskey. Poi le cose sono cambiate. Ad ogni modo, il drink è all’ottavo posto della nostra classifica. E’ comunque un gran risultato. Il cocktail pare sia nato nel 1874 al Manhattan Club: a distinguersi è il perfetto equilibrio tra secco e amaro. Vermouth, whiskey e una bella goccia di angostura.

9. Mojito

Non è soltanto un cocktail estivo. Il Mojito va bene tutto l’anno: non facciamoci confondere dalla freschezza delle foglie di menta unite al rum bianco, allo zucchero, soda e lime. Il 30% dei bar coinvolti nel sondaggio di Drinks International ha affermato che il drink era tra i dieci più richiesti.

10. Aperol Spritz

L’Aperol Spritz ha una forza che probabilmente non ha nessun altro drink. Resiste al decimo posto. Tra i più gettonati all’ora dell’aperitivo, il cocktail a base di Aperol, prosecco e soda figura tra i più bevuti al mondo prima dello scoppio dell’emergenza. Nonostante l’ultimo posto, il colore arancione che lo contraddistingue non indica di certo un tramonto.

E oggi che cosa è cambiato?

E’ probabile che i gusti dei consumatori adesso siano cambiati: il fatto che in tanti si siano cimentati nella preparazione di drink all’interno della loro casa, lascia presumere che i cocktail consumati siano anche stati quelli più semplici da realizzare.

Oppure, considerando l’ascesa del cocktail delivery, potrebbe trattarsi di miscele facilmente trasportabili, il cui gusto, consistenza e struttura non risentono delle modalità e delle tempistiche del trasporto. Per adesso, diteci quali sono i cocktail che state bevendo di più: del resto, ci piace che anche voi ci teniate aggiornati!