Va-bene-cicchetti-cocktail-bar-Varsavia-Coqtail-Milano

Va bene cicchetti: Venezia a Varsavia in gondola e nei drink

Va bene cicchetti ha inaugurato lo scorso settembre a Varsavia. Il cocktail bar ripropone l’acqua alta di Venezia sul pavimento e addirittura fin sopra le pareti, ha il bancone in legno lucido come una gondola e un menu che unisce i cicchetti veneziani alle miscele che celebrano la Serenissima. Ma anche la mixology italiana.

Da Venezia a Varsavia: Va bene cicchetti

In gondola fino a Varsavia. Anche nella Capitale della Polonia c’è Acqua Alta -specialmente se vi fermate da Va bene cicchetti. Questo, il nome del cocktail bar che celebra la tradizione veneziana dei piccoli bocconcini da accompagnare al proprio drink in qualsiasi momento della giornata, magari sotto un ponte, in uno di quei bacari che restano a galla, senza intoppi, nonostante a volte l’acqua sia davvero alta.

Va bene cicchetti è arrivato da poco nella città polacca e, se esistesse un Leone d’oro anche per la mixology, siamo sicuri lo vincerebbe. Sebbene la recente apertura, gli interni di questo cocktail bar unico nel suo genere, continueranno a risplendere come fossero costantemente colpiti dal sole, uno dei dettagli che più ha ispirato il gruppo Noke Architects che ha progettato il design del locale.

Va bene cicchetti, dai colori ai dettagli 100% veneziani

Va-bene-cicchetti-locale-Varsavia-Coqtail-Milano

Un locale che incastra perfettamente l’arte veneziana e l’arte polacca perché anche Varsavia è famosa per i suoi mosaici, riproposti alle pareti di Va bene cicchetti creando un perfetto incastro tra i tanti pezzettini colorati che un po’ assomigliano alle garnish dei drink.

Prevalgono il rosso e le rifiniture color oro, poiché Venezia sembra per davvero un timbro che ha impresso il suo stile e la sua identità in questo angolo di Varsavia a cui si accede da una porta semicircolare e che riserva persino un rooftop per musica dal vivo.

Come su una gondola…

Il bancone in legno che riflette le luci al neon e che anticipa, come a proteggerla, la luminosa bottigliera con tantissime (ed eccellenti) etichette italiane, ricorda l’eleganza di una gondola. Il suo gondoliere, invece, lo si ritrova nel pavimento a strisce bianche e nere e sul soffitto rosso, un richiamo alla famosa uniforme.

L’illuminazione dell’intero locale è un gioco di design assolutamente tailor-made: Va bene cicchetti è ricco di luci led che fanno da citazioni alla città italiana: ci sono le onde del mare, c’è la scritta “Acqua Alta”.

…sull’acqua alta

Che, per ricrearla, pur senza il timore di bagnarsi le scarpe, si è scelto di optare per un pavimento sui toni del grigio e dell’azzurro: gli stessi colori che si estendono persino alle pareti e oltre la base degli sgabelli.

Così, tutto sembra quasi sommerso, accarezzato dall’acqua, offrendo ai clienti un’esperienza che rende la mixology un desiderio realizzabile. Ritrovarsi a Venezia solo grazie a un drink.

La cocktail list di Va bene cicchetti

Va-bene-cicchetti-Varsavia-Coqtail-Milano

Riguardo alla cocktail list, si può stare serenissimi. Va bene cicchetti, infatti, sfodera una carta vincente: quella fatta di poche proposte selezionate, sia a livello di mixology sia riguardo le proposte food da gustare in pairing con i drink. Tutto in perfetto stile veneziano: c’è persino lo stoccafisso.

La sezione Negroni

La parte beverage del menu di Va bene cicchetti si divide in diverse sezioni: una esclusivamente dedicata al cocktail Negroni, con sei proposte che spaziano dal classico drink amaricante alla versione White con liquore alla genziana, gin e vermouth ambrato.

Ma ci sono anche l’italianissimo Mi-To, il cocktail Americano, il classico Boulevardier con bitter, vermouth e bourbon e il Negroni Spumante preparato con bitter, prosecco, gin e vermouth.

La dolce vita

La Dolce vita è invece la sezione che omaggia più che mai il Belpaese, con cinque cocktail in tutto -alcuni di questi tra i più amati dagli italiani all’ora dell’aperitivo. Ci sono il classico Bellini, il Campari Soda e, per coccolare ancora la Serenissima, lo Spritz Veneziano. Si può anche scegliere un Hanky Panky con gin, vermouth e un famoso amaro alle erbe italiano, oppure un Cynar Sbagliato con liquore al carciofo, vermouth e prosecco.

La sezione Cipriani Venice

Cipriani Venice è l’ultima dedica a Venezia: collocata in basso a destra all’interno della drink list, Va bene cicchetti si fa bastare due sole miscele per descrivere tutta la bellezza della città lagunare.

Il cocktail La Nina’s Passion è a base di liquore, prosecco, maracuja e limone. Amaro Thirsty unisce invece l’oleo saccahrum al liquore al rabarbaro, due differenti amari italiani, bitter angostura e soda. Di poche parole, ma fedelissimo a una delle città più romantiche del mondo.

Se non siete mai stati a Venezia e avete invece pianificato un viaggio a Varsavia, fermatevi per un drink da Va bene cicchetti. E, in qualche modo, potrete dire di esserci stati.