Non chiamatelo bartender

Filippo Sisti indossa sempre il cappello per mantenere un senso di intimità e per contenere tutte le idee che gli frullano in testa e lo spingono a sperimentare ai confini tra cucina e mixology.

Non definitelo bartender e neanche chef, per lui è molto meglio se lo chiamate Filippo.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *